Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 16 al 31 maggio si trovano nella importante fase dell'inchiesta pubblica preliminare sette progetti di norma (consulta la banca dati >>). Tutti gli interessati possono inoltrare i propri commenti e segnalare l'interesse a partecipare agli eventuali lavori di normazione.

La commissione Agroalimentare propone quattro documenti. Il primo progetto U59568770 definisce i requisiti relativi all'attività professionale del cuoco professionista o chef, ossia la figura operante nel settore alimentare addetto alla manipolazione e trasformazione di alimenti, elaborazione e preparazione dei pasti, realizzazione di pietanze, ricette e menù attraverso distinte tecniche di approvvigionamento, conservazione, cottura, abbinamento e presentazione dei cibi. Detti requisiti sono specificati in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (EQF). La futura norma intende sia definire e qualificare questa attività professionale, sia fornire certezze e garanzie di qualità al mercato.
In tema di latte e prodotti derivati, il progetto U59098830 specifica un metodo di riferimento per la determinazione della quantità di chimosina e pepsina bovina presenti in un campione di prova di caglio di vitello e di caglio di bovino adulto, mentre il documento U59098840 fornisce un metodo per la determinazione del contenuto di azoto totale e proteine grezze in prodotti di formaggi fusi utilizzando il principio del metodo Kjeldahl, tradizionale e con blocco di digestione.
Il quarto progetto U59528800, revisione della norma UNI 11127, specifica infine i requisiti degli imballaggi primari di PET destinati a contenere le bevande imbottigliate a temperatura ambiente: si applica alle acque e alle bevande piatte, addizionate di anidride carbonica, aromatizzate e a base di succo e al latte fresco pastorizzato.

Di competenza dell'Ente federato CIG, il progetto E01049490 – futura specifica tecnica – definisce i requisiti essenziali di sicurezza applicabili alle installazioni ambulanti per uso professionale e/o commerciale che impiegano gas di petrolio liquefatto (GPL) in bombole come combustibile per alimentare apparecchi di cottura, preparazione culinaria, di riscaldamento e altre attrezzature associate. Le installazioni in oggetto possono essere montate sul posto prima di ogni utilizzazione oppure essere montate in modo permanente sui veicoli attrezzati per le attività suddette.

Per completare la normativa esistente e meglio comprendere il fenomeno vibratorio generato dall'esercizio di sistemi su rotaia e sul conseguente rumore re-irradiato negli edifici per via solida (terreno), la commisione tecnica Acustica e vibrazioni ha deciso di adottare la norma internazionale ISO 14837-1 del 2005. Il progetto in inchiesta U20022521 elenca i fattori e i parametri che devono essere presi in considerazione e offre una guida sui metodi di previsione più appropriati a seconda delle varie circostanze che si possono presentare. Le indicazioni fornite coprono tutte le tipologie di sistemi ruota/rotaia, dalle linee leggere (tram) all'alta velocità, al trasporto merci, nonché del tipo in superficie, in galleria o su viadotto.

Infine, la commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio propone il progetto U87016970 che fornisce i criteri di scelta dei serramenti esterni (facciate continue comprese), mediante il riferimento a correlazioni sistematiche tra il sistema ambientale tecnologico e le classi di prestazione relative alla permeabilità all'aria e all'acqua e alla resistenza al vento.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.