Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Diffondere la conoscenza delle norme tecniche volontarie e la consapevolezza del loro ruolo nella vita quotidiana: è con questo intendimento che si è svolto giovedì 11 aprile l’incontro con il MOICA, il Movimento italiano casalinghe, l’associazione che da più di 30 anni (è stata infatti fondata nel 1982) opera per “dare voce” e rappresentanza alle donne che lavorano in famiglia a tempo pieno. Guarda l'intervista a:
 Tina Gallinari Leonzi

Il rapporto di UNI con il MOICA si è consolidato nel tempo, tanto da vedere il Movimento partecipare ad iniziative importanti, quali ad esempio il prossimo progetto pilota di educazione finanziaria, uno dei temi più nuovi e significativi della normazione tecnica.
L’evento della scorsa settimana appartiene a quel ciclo di incontri di alfabetizzazione che vedono l’UNI impegnato in prima linea, al fine di diffondere quella cosiddetta “cultura della normazione” che spesso ancora fa difetto nel nostro Paese.
Nonostante la norma tecnica sia infatti ancora per molti ancora una sorta di oggetto misterioso, essa è presente pressoché in ogni aspetto della nostra vita. E’ un fatto ormai riconosciuto: le norme ci sono ma spesso non si vedono.
L’incontro con UNI”, dichiara con soddisfazione Tina Leonzi, presidente nazionale del MOICA, “ha avuto un significato importante. Spesso si parla di certificazione ma la normazione, che ne è la base imprescindibile, non è adeguatamente conosciuta. Conoscere la realtà della normazione è invece veramente fondamentale.
L’importanza della normazione tecnica volontaria è duplice: risiede sia nei contenuti che essa tratta (prodotti, processi, servizi) sia nella forma stessa attraverso cui questa viene elaborata e che è riassunta nei quattro principi cardine della volontarietà, della democraticità, della consensualità e della trasparenza.
"Per questo", ricorda Piero Torretta, presidente UNI, "l’attività dell’UNI, in quanto sintesi degli interessi di tutti i soggetti coinvolti nel processo di normazione, è per sua natura superpartes.
Non è un dettaglio irrilevante, perché è da questo processo dinamico che nascono le norme che garantiscono tutti gli attori del mercato: produttori, fornitori, acquirenti, consumatori.
Un corretto rapporto tra acquirente e fornitore”, dice ancora Tina Gallinari Leonzi, “è alla base di ogni transazione commerciale. La definirei una questione di fiducia. Ecco: le norme rispondono efficacemente a questa esigenza.

Grande, piccola e media impresa traggono vantaggi dalla normazione, come dimostrano appositi studi ISO che indicano come nei paesi della UE essa contribuisca alla crescita del Pil in un ordine percentuale che va dallo 0,3% all’1% (in termini assoluti in Germania vale oltre 17 miliardi di euro).
Ma al di là dei dati prettamente economici, è importante sottolineare come la normazione sia lo strumento capace di definire soluzioni a piccoli e grandi problemi tecnici e organizzativi, non solo dal punto di vista della produzione industriale ma anche del benessere sociale. Per questo "la partecipazione di tutti i portatori di interesse", sottolinea Torretta, "è la chiave del successo della normazione, per valorizzare le potenzialità del suo contributo allo sviluppo del paese."
Lo sviluppo della normazione è dunque nell’interesse di tutti. E allora l’incontro con il MOICA è stato l’occasione per ricordare che “sono numerose le attività normative di interesse per le ‘manager della casa e della famiglia’ avviate dall’UNI, sia di recente iniziativa o di potenziale sviluppo”: la sicurezza domestica e del tempo libero; la sicurezza del cittadino; la sicurezza finanziaria; la sostenibilità dei consumi; la qualificazione delle professioni non riconosciute, solo per citarne alcune.
Tutti temi cari al MOICA: “la sicurezza domestica, ad esempio”, ricorda Tina Leonzi, “è proprio una delle finalità per cui il movimento si è costituito più di trent’anni fa. Ma certo non è l’unico. La corretta gestione dei risparmi e la qualità dei servizi alla persona sono altri temi che ci vedono molto coinvolte. Le norme tecniche possono essere un grande aiuto.
Una adeguata attività di alfabetizzazione e di crescita della cultura della prevenzione possono costituire un primo ottimo strumento di difesa degli interessi della collettività.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.