Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L’innovazione è - oggi più che mai - un fattore chiave per la competitività e il successo delle imprese che operano sui mercati.
In un contesto ormai globalizzato, le organizzazioni oltre a padroneggiare le attività di ricerca e sviluppo devono anche essere messe nelle migliori condizioni di interagire tra di loro. E’, quest’ultimo, un elemento fondamentale per permettere di sviluppare un vocabolario e delle pratiche comuni in una materia così cruciale per lo sviluppo economico.

E’ quindi essenziale sviluppare strumenti e metodi internazionalmente riconosciuti che facilitino l’interazione tra tutti gli attori coinvolti in processi strutturati di innovazione, siano essi organizzativi, di processo, di prodotto o di servizio.
L’AFNOR, l’ente normatore francese, ha dunque avanzato nei mesi scorsi la proposta – in sede ISO – di istituire un apposito comitato (“Innovation process: interaction, tools and methods”) che si occupi degli strumenti e dei metodi per i processi di innovazione, al di là di specifici settori di attività. L’intento è dunque quello di sviluppare delle norme che siano un linguaggio comune per tutte le organizzazioni impegnate in questo delicato ambito.
Il comitato ISO lavorerebbe in sinergia con il CEN/TC 389 “Innovation management”.

Area Comunicazione
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.