Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

copertina mar2013La libera circolazione dei prodotti nell’Unione europea è subordinata alla garanzia di un livello minimo di sicurezza. Per molti di essi esistono direttive ad hoc, per gli altri il riferimento è la Direttiva sulla Sicurezza Generale dei Prodotti, la cosiddetta GPSD (General Product Safety Directive).
Ora la Commissione europea ha avviato la revisione di questa direttiva, per allinearla alle esigenze dei mercati in evoluzione e alla sfida rappresentata dalla globalizzazione.
Il numero 3/2013 (sommario >>) della rivista U&C dedica il proprio dossier a questo argomento – “La Sicurezza Generale dei Prodotti tra presente e futuro” – che riveste un’importanza capitale per i consumatori, per le imprese, per la società. Il dossier tenta una disamina il più possibile completa dei vari aspetti legati alla GPSD tenendo conto dei punti di vista e delle esperienze di principali attori come CEN, ANEC, e degli altri stakeholders coinvolti, focalizzando come quest'ultimi sono attivi nel processo di definizione degli standard minimi di sicurezza dei prodotti di competenza della GPSD e come possono contribuire a migliorarla col processo di revisione in atto.

Tra gli altri contributi pubblicati si segnala il punto sull’attività UNI nel campo delle attività professionali non regolamentate (“Attività professionali non regolamentate: quadro generale e il ruolo dell’UNI”); un approfondimento sulla marcatura CE della segnaletica verticale permanente (“Marcatura CE per la segnaletica verticale permanente per il traffico stradale”) e uno sugli impianti di terra in bassa tensione che ha per oggetto la norma CEI 64-8.
Da segnalare anche la nuova rubrica “Per comunicare è meglio… togliere!”, a cura di Erika Leonardi, consulente aziendale e docente nei corsi di formazione UNI.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.