Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

La società attuale ha esigenze sempre più pressanti di sicurezza anticrimine. In questo contesto, il ruolo di coloro che vendono e installano serrature di sicurezza, porte blindate, inferriate, casseforti e simili gioca un ruolo sempre più importante. Ad oggi non esistono qualificazioni specifiche – soprattutto sul piano tecnico – per questa figura professionale e ciò dà ampio spazio al mercato per l'apparizione di soggetti non sufficientemente qualificati, che potrebbero offrire al consumatore, ma anche ad utenti professionali come ad esempio banche, gioiellieri e simili, un prodotto o un servizio ben lontano da quello che necessita.

La commisisone tecnica Sicurezza intende dare il via ai lavori di elaborazione di una norma nazionale sui serraturieri professionisti, per definire e qualificare questa attività professionale (non regolamentata), fornire certezze e garanzie di qualità al mercato e ai consumatori e al contempo fornire un riconoscimanto professionale dei singoli professionisti.
Il progetto U5000B920 "Attività professionali non regolamentate - Serraturieri professionisti - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza" definisce i requisiti relativi all'attività professionale del serraturiere
professionista, l'esperto che con professionalità opera in attività che - in linea scientifica, tecnica e merceologica - riguardano serrature e mezzi forti in genere, in ogni loro applicazione e utilizzo civile e industriale.
Detti requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificate, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework - EQF) e sono espressi in maniera tale da agevolare i processi di valutazione e convalida dei risultati dell'apprendimento.

L'inchiesta preliminare UNI si concluderà il 28 marzo: fino a tale data tutti gli interessati possono inviare commenti e suggerimenti (vai alla banca dati >>) e segnalare il proprio interesse a partecipare ai tavoli di discussione della futura norma.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.