Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Aggiornare lo stato dell'arte mediante l'adozione di norme internazionali: questa la motivazione che ha spinto la commissione tecnica Gomma ad adottare tre norme ISO di recente pubblicazione.

Il primo progetto U35007800 "Gomma vulcanizzata o termoplastica - Determinazione della rigidità a bassa temperatura (prova Gehman)" (adozione della ISO 1432:2013) specifica una procedura statica, nota con il nome di prova Gehman, per la determinazione delle caratteristiche di rigidità delle gomme vulcanizzate o termoplastiche, in un intervallo di temperatura tra la temperatura ambiente e approssimativamente i -150 °C. Il documento revisiona la norma UNI ISO 1432 del 2009.

"Gomma - Identificazione - Metodo spettrofotometrico nell'infrarosso" è il titolo del progetto U35007790 (adozione della ISO 4650:2012 e revisione della UNI ISO 2285 del 2008) che specifica due metodi per l'identificazione delle gomme, inclusi gli elastomeri termoplastici, allo stato grezzo o sotto forma di mescole vulcanizzate o non vulcanizzate. Il primo metodo è basato sull'esame spettrofotometrico nell'infrarosso utilizzando la tecnica di trasmissione; il secondo utilizza l'analisi mediante riflettanza. Entrambi prevedono l'analisi di polimeri a partire dai loro prodotti di pirolisi (pirolizzati) o a partire da film ottenuti da soluzione o stampaggio (solo per gomme grezze).

Infine, il progetto U35007810 (adozione della ISO 2285:2013) specifica una serie di metodi di prova per la determinazione delle variazioni dimensionali nei provini di gomma vulcanizzata o termoplastica durante e dopo carico a trazione, per periodi relativamente brevi, sotto allungamento o carico costante.
La prova di allungamento costante è destinata a misurare l'abilità delle gomme e mantenere le loro proprietà elastiche dopo l'estensione, ad una temperatura di laboratorio normalizzata, ad una specificata tensione che è mantenuta per un tempo specificato alla stessa temperatura o ad una temperatura più alta specificata e poi rilasciate alla temperatura di prova o alla temperatura di laboratorio normalizzata.
La prova a carico costante specifica un metodo per la determinazione dell'allungamento, dello scorrimento e della deformazione residua dell'allungamento di gomme sottoposte a un carico costante a temperatura di laboratorio normalizzata.
I metodi di prova sono destinati a misurare le proprietà elastiche della gomma nella gamma di durezze da 20 IRHD a 94 IRHD.

L'inchiesta pubblica preliminare scadrà il prossimo 28 marzo 2013. Chi fosse interessato ai tre progetti può inviare i propri commenti a UNI attraverso le pagine web dell'Inchiesta pubblica preliminare.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.