Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Entrano in fase di inchiesta pubblica preliminare - dal 13 al 28 marzo – otto progetti di norma.

Tre progetti riguardano la commissione tecnica Gomma: il primo, U35007800 (adozione della norma ISO 1432:2013) specifica una procedura statica (prova Gehman) per la determinazione delle caratteristiche di rigidità delle gomme vulcanizzate o termoplastiche e nasce dall'esigenza di uniformare a livello nazionale tale procedura. Il progetto U35007790 (adozione della ISO 4650:2012) specifica due metodi per l'identificazione delle gomme, inclusi gli elastomeri termoplastici, allo stato grezzo o sotto forma di mescole vulcanizzate o non vulcanizzate. Specifica invece una serie di metodi di prova per la determinazione delle variazioni dimensionali nei provini di gomma vulcanizzata o termoplastica durante e dopo carico a trazione, per periodi relativamente brevi, sotto allungamento o carico costante il progetto U35007810 (adozione della ISO 2285:2013).

Viste le esigenze sempre più pressanti in tema di sicurezza anticrimine, la commissione Sicurezza intende dare il via ai lavori di elaborazione di una norma tecnica nazionale sui serraturieri professionisti, per definire e qualificare questa attività professionale non regolamentata e al contempo fornire certezze e garanzie di qualità al mercato. Il progetto U5000B920 definisce appunto i requisiti - in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework - EQF) - relativi all'attività professionale del serraturiere professionista, l'esperto che opera in attività che riguardano serrature e mezzi forti in genere, in ogni loro applicazione e utilizzo civile e industriale.

Si parla di una nuova norma nazionale sui veicoli per la raccolte dei rifiuti con il progetto U53002810 della commissione Ambiente, che definisce i metodi per effettuare i controlli dei veicoli e delle attrezzature di igiene ambientale al fine di assicurare un adeguato livello di sicurezza in esercizio.

La commissione Sicurezza della società e del cittadino sottopone ad inchiesta preliminare il progetto U63000060 (adozione della norma internazionale ISO 22300:2012): il documento contiene i termini e le definizioni applicabili all'ambito della sicurezza della società al fine di stabilire una comprensione condivisa ed un utilizzo coerente degli stessi.

Il progetto U71002120 nasce dall'esigenza di uniformare a livello nazionale le competenze dei tecnici in materia di infortunistica del traffico e della circolazione stradale. La futura norma stabilisce un minimo di competenze per la qualificazione dei tecnici che effettuano la ricostruzione degli incidenti stradali, delle cause tecniche che li hanno determinati e dei comportamenti delle persone coinvolte nell'evento. La competenza è della commissione tecnica Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture.

Infine, la commissione Valvole industriali propone il progetto U78000770 che definisce l'applicazione, le caratteristiche, i limiti di impiego e le modalità per l'utilizzo dei dispositivi atti a diminuire la forza delle molle delle valvole di sicurezza di una quantità nota e controllabile per determinare la pressione di taratura sul luogo di impianto durante il normale esercizio. Co-autore del progetto il Comitato Termotecnico Italiano-CTI.

Fino al 28 marzo, chiunque fosse interessato può lasciare i propri commenti utilizzando le apposite pagine web (consulta la banca dati >>).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.