Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Da qualche tempo, alcuni Soci ed acquirenti delle norme tecniche di cui UNI detiene il diritto di autore ci stanno segnalando abusi che terzi effettuano commercializzando alcune norme senza averne diritto o licenza, danneggiando di conseguenza coloro che, acquisendo le norme attraverso i regolari circuiti di vendita, danno vita ad una delle principali fonti economiche che consentono di raggiungere gli obiettivi istituzionali dell’Ente.

Stiamo contestando le situazioni e perseguendo legalmente gli abusi segnalatici ed altri da noi stessi intercettati, ma – considerando l’entità del fenomeno – nell’interesse stesso dell’utenza, non possiamo più procrastinare l’adozione di idonei sistemi di protezione, finora trascurati per agevolare al massimo la fruibilità dei file da parte degli interessati legalmente autorizzati.
Infatti, i sistemi tecnologici mediante i quali i titolari di diritto di autore (e dei cosiddetti diritti connessi) possono esercitare ed amministrare tali diritti nell’ambiente digitale, comportano la necessità di rendere protette, identificabili e tracciabili le norme di cui UNI detiene i diritti, quindi di scongiurarne la copia non autorizzata e altri usi scorretti, attraverso misure di sicurezza incorporate nei file digitali.

Il sistema che l’UNI è stato costretto ad adottare è il DRM (digital rights management) che, oltre ad alcune restrizioni nell’utilizzo dei file necessarie per evitare gli abusi denunciati, comporta in fase di prima applicazione alcune accortezze procedurali da attuarsi all’atto dell’acquisto attraverso il sistema di e-commerce e chiaramente indicate nei documenti di istruzioni e informazioni per l’acquisto, e nella guida alla soluzione delle problematiche più ricorrenti.

Ci scusiamo del conseguente possibile disagio, al quale come detto siamo stati costretti dalle diverse situazioni di illegalità segnalate.
Per fornire le informazioni eventualmente necessarie ed il massimo supporto ai Soci e Clienti, il nostro Call Center è a completa disposizione al numero 0270024200 (dalle 8.30 alle 12.00 e dalle ore 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) oppure all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Confidando nella comprensione per un eventuale disagio assolutamente non voluto dall’Ente, ci auguriamo che il nuovo strumento renda più difficile l’uso illegale delle norme UNI e restiamo a disposizione per fornire tutto il supporto necessario a garantire un adeguato livello di servizio.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.