Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

costruzioniNuova edizione per la norma UNI 10721:2012 "Servizi di controllo tecnico applicati all'edilizia e alle opere di ingegneria civile", che definisce l'attività di controllo e i criteri generali concernenti l'affidamento di tale servizio, nel contesto delle attività dell'industria delle costruzioni, con particolare riferimento agli interventi di nuova costruzione, di ristrutturazione/riqualificazione degli edifici e delle infrastrutture.

L'obiettivo è quello di promuovere una nuova cultura della prevenzione e del controllo indipendente che accompagni la pianificazione e la programmazione dell'intervento fin dalle sue battute iniziali.

La norma è stata aggiornata con la collaborazione di varie associazioni di categoria (tra cui ANCE, ANIA, ASCOTECO) e con l'attivazione del GL 14, che si è mosso in una logica di condivisione degli obiettivi e dei contenuti con gli attori principali del sistema delle costruzioni ed in particolare con le imprese, cogliendo l'occasione anche per affrontare il tema della qualità delle nuove tecnologie progettuali e costruttive legate alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico.

Partendo dal riconoscimento che il successo di un intervento realizzativo dipende dal contributo di tutti i partecipanti del processo di costruzione e dalla loro efficace integrazione, e convenuto che i principali attori (progettista, impresa, DL e collaudatore) di fatto sono garanti solo del loro stesso operato, si è sottolineata l'opportunità di dotare questi ultimi di una norma di riferimento comune che permetta loro di agire in modo coordinato e di affiancare alle verifiche "tradizionali" un'attività di controllo affidata ad Organismi Terzi che possano garantire al committente la reale qualità dell'opera, non solo sotto il profilo della durabilità e prevenzione dei rischi, ma anche della fattibilità e del rispetto dei tempi e dei costi di realizzazione.

Il risultato ottenuto è qualcosa di più di un semplice aggiornamento; è la proposta di un nuovo approccio di attuazione dei controlli. Si auspica che la UNI 10721 divenga un punto di riferimento per tutti gli attori del processo di costruzione e venga anche recepita dai Ministeri competenti per lo sviluppo infrastrutturale del nostro Paese.

Un quadro più generale sulla UNI 10721 verrà pubblicato in un articolo sulla rivista U&C - Unificazione&Certificazione a firma di Angelo de Prisco, presidente CONTECO S.p.A. (Organismo di Controllo indipendente)

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.