Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono sottoposti ad inchiesta pubblica preliminare - fase fondamentale per vagliare preventivamente le concrete esigenze del mercato - 11 nuovi progetti di norma (consulta la banca dati >>). La fase di inchiesta preliminare terminerà sabato 2 marzo: aspettiamo i vostri commenti.

In tema di attività professionali non regolamentate, la commissione tecnica Sicurezza della società e del cittadino intende avviare i lavori per definire i requisiti relativi all'attività delle specifiche figure professionali coinvolte nel processo di security (progetto U63000050). Detti requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificati, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità all'European Qualifications Framework - EQF.
Sempre di competenza della commissione, il progetto di norma U63000040 ha invece lo scopo di promuovere un approccio coerente per la gestione del rischio e l'utilizzo della terminologia pertinente: il documento definisce i termini di base relativi alla gestione del rischio e costituisce un riferimento generale applicabile a tutte le organizzazioni.

Di competenza della commissione Ambiente, tre progetti su pneumatici fuori uso e materiali in gomma vulcanizzata ottenuti dal recupero di PFU si rivelano di utilità al mercato nazionale. I documenti specificano i requisiti per la classificazione dei granulati ottenuti dalle operazioni di recupero effettuate su pneumatici fuori uso (progetto U53002901), i requisiti per la classificazione e specificazione dei polverini (progetto U53002902), la marcatura e l'etichettatura dei materiali ottenuti da operazioni di recupero (progetto U53002903).

Interessano invece la commissione Sicurezza i progetti U5002B900 sui requisiti per le calzature per uso professionale per lavoro su tetti inclinati e U5001B912 (adozione della ISO/TR 14121-2) che fornisce una guida pratica per l'esecuzione della valutazione del rischio per il macchinario in conformità alla UNI EN ISO 12100 e descrive diversi metodi e strumenti per ogni fase del processo.

La commissione Documentazione e informazione è responsabile di due progetti adozioni di norme internazionali ISO: il primo U30041170 fornisce il sistema di identificazione digitale di oggetto DOI; il secondo U30041180 illustra l'identificatore internazionale normalizzato per i nomi (ISNI), che identifica univocamente identità pubbliche in tutti i possibili campi dell'attività creativa e fornisce uno strumento per non confondere identità pubbliche simili che potrebbero essere altrimenti confuse tra loro.

E ancora: il progetto di norma nazionale U41002550, di interesse della commissione Mobili, definisce i requisiti dimensionali per la disposizione dei mobili per ufficio con riferimento alle superfici di lavoro e stabilisce quando la sovrapposizione di tali superfici sia ammessa. Il documento fornisce un supporto per strutturare, coordinare e disporre posti di lavoro sulla base di criteri ergonomici.

Di competenza infine della commissione UNI - CEI Valutazione della conformità, il progetto di specifica tecnica U64000742 (adozione ISO/IEC TS 17021-2:2012) definisce i requisiti di conoscenza aggiuntivi per il personale coinvolto nei processi di audit e certificazione di sistemi di gestione ambientale ed integra i requisiti di cui alla ISO/IEC 17021.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.