Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

bunkbeds sofabedsLa scelta di mobili e arredi per la casa si arricchisce sempre più, ma le innumerevoli proposte sul mercato come si rapportano nei confronti della resistenza, della durata e della sicurezza?

Sui letti a castello e i letti alti (l'insieme di componenti che possono essere assemblati sotto forma di letti sovrapposti) è stata recentemente pubblicata la versione bilingue italiano-inglese della norma UNI EN 747 "Mobili - Letti a castello e letti alti" suddivisa in due parti: "Requisiti di sicurezza, resistenza e durata" (parte 1) e "Metodi di prova" (parte 2).

Per quanto riguarda la sicurezza dei letti, bordi e spigoli vivi devono essere arrotondati o smussati, non devono essere presenti tubi con estremità aperte, non deve essere possibile smontare il letto – o i suoi componenti – senza l'ausilio di un utensile. I requisiti si riferiscono alla base del letto, alle barriere di sicurezza (che devono essere continue con l'eccezione di una apertura per accedervi), alle scale o altro mezzo di accesso.
I requisiti dimensionali sono previsti per minimizzare il rischio di infortuni, in particolare dei bambini.
I requisiti di resistenza e di durata – che rappresentano l'uso da parte di un occupante per letto – interessano il fissaggio, la deformazione e la resistenza della scala, il telaio e gli elementi di fissaggio, la stabilità.
Tutti i letti per i quali si dichiara la conformità alla UNI EN 747-1 (che sostituisce l'edizione pari numero del 2007 e la UNI EN 13453-1:2005) devono essere corredati di istruzioni per l'uso e marcati in modo chiaro e permanente.

La parte 2 specifica i metodi di prova per valutare la sicurezza, la resistenza e la durata di questa tipologia di arredo. Essa descrive un insieme di prove che consistono nell'applicare, sulle diverse parti di letti a castello e di letti alti, carichi o forze che simulano l'utilizzo normale da parte di una persona adulta, trattando anche gli usi impropri che possono ragionevolmente prevedersi. Per queste prove vengono utilizzati coni di misurazione, dispositivi a massa d'urto, molle, tamponi di carico, materassi di prova, fermi. Il documento sostituisce la UNI EN 747-2 del 2007 e la UNI EN 13453-2:2005.

Un'altra norma, di recente pubblicazione che sostituisce la UNI ENV 13759:2001, specifica invece i metodi di prova (basati sull'utilizzo da parte di una persona di peso non superiore a 110 kg) per determinare la durabilità:

  • di meccanismi reclinabili, manuali e azionabili elettricamente, per la seduta di adulti
  • di meccanismi per convertire divani e poltrone in letti.

Si tratta della UNI EN 13759 "Mobili - Meccanismi di funzionamento per sedute e divani letto - Metodi di prova".

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.