Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Tre progetti di norma di competenza CTI sono entrati nella fase di inchiesta pubblica finale e possono dunque essere consultati nelle apposite pagine del sito web (vai alla banca dati), disponibili per eventuali commenti.

I primi due documenti, future specifiche tecniche, sono stati elaborati in conformità alle indicazioni dell'art. 3 del decreto del Ministero delle Attività Produttive 1 dicembre 2004, n. 329 "Regolamento recante norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature a pressione e degli insiemi di cui all'articolo 19 del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93", con il contributo dell'ISPESL, del Forum degli Organismi Notificati, del Coordinamento Tecnico Interregionale e delle associazioni di categoria interessate.
E0203B442 "Attrezzature a pressione - Messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature e degli insiemi a pressione - Parte 2: Procedura di valutazione dell'idoneità all'ulteriore esercizio delle attrezzature e degli insiemi a pressione soggetti a scorrimento viscoso" definisce la procedura da seguire per valutare la frazione di vita consumata dei componenti di attrezzature o insiemi a pressione soggetti a scorrimento viscoso e l'idoneità all'ulteriore esercizio delle attrezzature e degli insiemi a pressione di cui i componenti soggetti a scorrimento viscoso fanno parte.
E0203B444 "Attrezzature a pressione - Messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature e degli insiemi a pressione - Parte 4: Metodi operativi per la valutazione di integrità di attrezzature a pressione operanti in regime di scorrimento viscoso applicabili nell'ambito della procedura di valutazione di cui alla UNI/TS 11325-2" fornisce i metodi operativi necessari per eseguire la valutazione di integrità di componenti di attrezzature a pressione operanti in regime di scorrimento viscoso: tali metodi costituiscono gli strumenti tecnici per valutare l'idoneità all'ulteriore esercizio delle attrezzature e degli insiemi a pressione soggetti a scorrimento viscoso descritta nel progetto E0203B442.

Il terzo progetto di norma nazionale (E0206C530) definisce i requisiti per l'installazione degli impianti ad espansione diretta con scambiatori di calore orizzontali. Dal titolo "Sistemi geotermici a pompa di calore - Requisiti per l'installazione di impianti ad espansione diretta", il documento tratta i controlli preventivi (da svolgere prima di qualsiasi operazione di scavo) e la procedura di installazione del sistema. Tra le azioni previste vi sono la scelta di macchinari adeguati, la preparazione del letto di posa, la verifica delle dimensioni dello scavo, il trasferimento e la verifica del materiale, il posizionamento di collettori e tubazioni, le saldature e la loro verifica, i rilievi fotografici, la ricopertura e il collaudo.

La fase di inchiesta pubblica finale terminerà in data 3 marzo 2013.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.