Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Il settore delle costruzioni ha un peso rilevantissimo nell'economia italiana e dell'intera Europa, sia come entità di investimenti che di mobilitazione di risorse materiali nonché come indotto.
Nel caso delle opere pubbliche la necessità di ricorrere al Partenariato Pubblico Privato (PPP) come sistema prioritario di finanziamento è ritenuto oggi necessario, anzi indispensabile da parte delle Amministrazioni Pubbliche, centrali e periferiche, al fine di soddisfare le regole del Patto di Stabilità degli Enti Pubblici.
Certo il massiccio ricorso al PPP, che sempre più introduce nuovi e non sempre chiari strumenti attuativi, comporta l’insorgere di difficoltà e problemi soprattutto nei confronti delle piccole amministrazioni locali, come i Comuni, che si trovano spesso impreparate e prive di supporto nella fase di predisposizione ed utilizzo di questi nuovi strumenti.

Si avverte pertanto la necessità di diffondere la conoscenza dei diversi strumenti di Partenariato Pubblico Privato, così da rendere sempre più possibile il reperimento di capitali privati ad uso del Pubblico e dall’altro, introdurre metodologie di lavoro capaci di semplificare le procedure e la produzione dei documenti previsti dalla complessa burocrazia pubblica.
In questo senso disporre di una metodologia che permetta di raccogliere e riordinare i dati tecnici, progettuali e finanziari di un’opera - documentando l’effettivo stato di avanzamento dei lavori e il rispetto delle specifiche previste, a partire dall’iniziale bancabilità del progetto fino alla conclusione della costruzione- faciliterebbe la diffusione del PPP perché consentirebbe alle imprese di costruzione, agli sviluppatori immobiliari, agli istituti di credito, agli Enti Pubblici e agli altri soggetti coinvolti di valutare correttamente la fattibilità dell’opera e conoscere in tempo reale l’evoluzione dell’opera, garantendo la trasparenza nello sviluppo della infrastruttura pubblica.
A tale scopo è stata di recente introdotta nel mercato una nuova Specifica Tecnica, UNI/TS 11453 “Linee guida per l’iter di finanziamento per le costruzioni”, allo scopo di introdurre all’interno dei processi di finanziamento alle costruzioni, i criteri e i parametri oggettivi.

La Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri di Milano - in collaborazione con UNI e con gli Ordini degli Ingegneri di Torino, Napoli e Catania - ha organizzato un convegno a Milano venerdì 25 gennaio, che intende proporre l’applicazione pratica della UNI/TS 11453 come strumento capace di rispondere alle esigenze applicative del Partenariato Pubblico Privato quale supporto tecnico-operativo e in particolare nella fase della bancabilità dei progetti di infrastrutture pubbliche:

"Il finanziamento delle opere pubbliche, il partenariato pubblico privato e la bancabilità del progetto"
presso la Sala Conferenze dell'Auditorium Don G. Alberione in via Giotto 36, Milano.

(pdflocandina)

La partecipazione è gratuita, previa registrazione online sul sito www.foim.org (clicca qui) entro il 10 gennaio 2013.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.