Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

estinguente aerosol condensatoDa quando l'utilizzo di agenti estinguenti gassosi alogenati (halons) fu vietato a livello mondiale in quanto corresponsabili della distruzione dello strato di ozono, l'industria antincendio internazionale intraprese ricerche per sviluppare agenti/tecnologie estinguenti sostitutivi degli halons, compatibili con i requisiti di protezione dello stato di ozono e con i severi requisiti ambientali e di tossicità.
Furono quindi introdotte le tecnologie estinguenti ad aerosol condensato, regolamentate da specifiche norme di riferimento necessarie per la certificazione e l'applicazione ingegneristica di tali sistemi.

La UNI ISO 15779:2012 "Installazioni fisse antincendio - Sistemi estinguenti ad aerosol condensato - Requisiti e metodi di prova per componenti e progettazione, installazione e manutenzione dei sistemi - Requisiti generali" rappresenta lo stato della conoscenza tecnica e scientifica più avanzato, in grado di fornire un mezzo di estinzione all'avanguardia per lo spegnimento degli incendi.

La norma – disponibile in lingua italiana - specifica i requisiti, descrive i metodi di prova per i componenti e fornisce raccomandazioni per la progettazione, l'installazione, il collaudo, la manutenzione e la sicurezza di sistemi antincendio ad aerosol condensato in edifici, impianti o altre strutture, nonché le caratteristiche degli agenti estinguenti e dei tipi di incendio per i quali costituiscono il mezzo estinguente idoneo.

L'aerosol condensato è un mezzo di estinzione composto da particelle finemente suddivise (generalmente dell'ordine di grandezza del micron di diametro), sospese in una sostanza gassosa generata e distribuita mediante un processo di combustione di un composto solido formante aerosol.

La norma, di competenza della commissione tecnica Protezione attiva contro gli incendi, sostituisce la UNI CEN/TR 15276 parti 1 e 2 del 2009.

Per maggiori informazioni sulla UNI ISO 15779:2012 rimandiamo ad un articolo che verrà pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione&Certificazione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.