Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

yachtsIl TC 8 dell'International Organization for Standardization (ISO) ha tenuto la propria settimana annuale di riunioni a Messina a fine ottobre, congiuntamente ad alcuni sottocomitati fra i quali l'SC 12 ''Large yachts'' che ha segreteria italiana.
Come di consueto sono stati presi in esame tutti gli argomenti di competenza e lo stato delle collaborazioni con le numerose organizzazioni in liaison, per verificare criticità ed eventuali necessità.

L'organizzazione messa a punto dall'Università di Messina è stata molto apprezzata da tutti i partecipanti. Molto interesse ha suscitato la presentazione dell'attività del SC 12 che, dopo sei anni di intenso lavoro e dopo aver superato diversi ostacoli, ha visto nel 2012 la pubblicazione delle prime tre norme e la disponibilità di altri tre progetti per l'inchiesta pubblica.

Come è ormai tradizione, un pomeriggio della settimana interrompe la sessione ufficiale del comitato tecnico per essere dedicato a un seminario su un tema scelto da chi ospita la riunione. Quest'anno il tema prescelto è stato la ''pirateria''. Di estrema attualità, l'argomento è stato affrontato sia sotto il profilo tecnico - più familiare per le competenze di chi opera nel settore normativo - sia sotto quello legale, grazie a degli interventi estremamente qualificati che hanno considerato e confrontato la legislazione italiana con quella internazionale.
Inevitabilmente l'attenzione è stata richiamata sui nostri due soldati imprigionati in India: la situazione, ben nota e ritenuta paradossale non solo in Italia, è stata ripresa anche all'interno della sessione ufficiale della riunione ISO.
Il TC 8 ha adottato in proposito una risoluzione nella quale si riconosce l'alto livello del seminario e viene sottolineata la situazione dei due cittadini italiani. Il TC 8 ha ritenuto quindi importante vagliare soluzioni che - per quanto di propria competenza - possano contribuire ad evitare il ripetersi di analoghi casi.

Di massima importanza e priorità è il completamento del processo di approvazione del documento che porterà il numero ISO 28007: esso definirà le linee guida per le compagnie private che forniscono personale armato a bordo a supporto della sicurezza (security). Il documento verrà proposto sia come PAS (Public Available Specification) per una sua rapida disponibilità, sia come progetto di norma internazionale.

Roberto Ravaglia
Funzionario tecnico UNI
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.