Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 31 ottobre sino al 15 novembre sono sottoposti ad inchiesta pubblica preliminare - fase fondamentale per vagliare preventivamente le concrete esigenze del mercato - 19 progetti di norma (consulta la banca dati >>).

La commissione tecnica Acustica e vibrazioni intende avviare i lavori per l'adozione della norma ISO 21940-21:2012 (progetto U2000238Z), che indica i criteri per valutare le prestazioni delle macchine per il bilanciamento dei componenti rotanti, attraverso alcune prove che determinano: il minimo sbilanciamento residuo ottenibile (Umar test), il rapporto di diminuzione dello sbilanciamento (URR test), l'interferenza della coppia di sbilanciamento nelle macchine a piano singolo e la prova di compensazione.

Di compenza della commissione Legno è invece il progetto di norma nazionale U40006160 che definisce la figura del posatore di pavimentazioni e rivestimenti di legno, delineandone i requisiti fondamentali, l'insieme di conoscenze, abilità e competenze che nell'ambito della filiera delle costruzioni possano distinguere e adeguatamente caratterizzare il posatore professionale nei rapporti verso committenti pubblici e privati, imprese, progettisti, prescrittori, ecc.
Definita e qualificata la figura professionale del posatore di pavimentazioni e rivestimenti di legno, in conformità al quadro europeo (EQF), tutta la categoria ne avrebbe un immediato giovamento e il mercato ritroverebbe nella competenza e professionalità di tale figura un sicuro e qualificato punto di riferimento, sia in termini di competenze tecniche che di trasparenza nei rapporti contrattuali con gli altri operatori della filiera.

La commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio è responsabile del progetto di norma nazionale U87026240 che definisce le modalità applicative dei teli impermeabilizzanti sottotegola bituminosi e ne disciplina il loro utilizzo su coperture a falda, su supporti continui o discontinui o a contatto diretto con isolante termico. La norma precisa le comuni regole d'installazione e posa in opera. Il documento pone rimedio alla mancanza di procedure uniformi con beneficio generale in termini di qualità progettuale e di esecuzione lavori.

Interessa la commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato il progetto U96000370, futuro rapporto tecnico, che adotta il CEN/TR 16369:2012 "Utilizzo delle carte di controllo nella produzione di calcestruzzo". Il documento esamina vari sistemi di controllo utilizzati attualmente nell'industria del calcestruzzo e, mediante l'utilizzo di esempi, mostra come sono applicati i principi per controllarne la produzione.

Per assicurare al mercato informazioni nuove ed aggiornate, infine, 15 progetti adozioni di norme internazionali ISO, di competenza della commissione Unificazione dell'utensileria per lavorazioni meccaniche, sono sottoposti ad inchiesta pubblica preliminare.
Il progetto U56007350 (adozione ISO 5609:1998) specifica le dimensioni generali delle barre di acciaio per alesatura con gambo cilindrico per inserti specificando quali barre di alesatura preferire. La norma, insieme alla serie UNI ISO 5610, fornisce un nuovo riferimento normativo sulle dimensioni degli utensili per torneria.
I rimanenti 14 progetti adottano varie parti della serie ISO 5610. Il primo, U56007361 (adozione ISO 5610-1:2010) fornisce una visione d'insieme delle successive parti, definendo gli stili dei portautensili specificati in ciascuna di esse.
Gli altri progetti, ognuno incentrato su uno dei 14 stili previsti per i portautensili a codolo rettangolare (A, B, F, G, J, K, L, N, R, S, T, H, V rispettivamente trattati nei progetti U56007362, U56007363, U56007365, U56007366, U56007367, U56007368, U56007369, U5600736A, U5600736B, U5600736C, U5600736D, U5600736E, U5600736F), sono complementari al più esteso proposito della ISO 5610-1 di regolare il mercato nazionale dei portautensili attraverso la definizione (e quindi l'unificazione) di stili diversi.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.