Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Da qualche tempo, numerosi enti locali richiedono la presenza in progetto di un impianto di recupero dell'acqua piovana come presupposto per il rilascio del permesso di costruire. In aggiunta, il rispetto e il risparmio di una risorsa come l'acqua sono oggetto di una crescente sensibilità generale. Occorreva, dunque, una linea guida che permettesse al progettista e all'installatore di realizzare tali impianti, in maniera sicura ed efficiente.

La UNI/TS 11445:2012 "Impianti per la raccolta e utilizzo dell'acqua piovana per usi diversi dal consumo umano - Progettazione, installazione e manutenzione", applicabile agli edifici residenziali e similari, giunge a colmare una lacuna normativa e ad aiutare il progettista e l'installatore termoidraulico.

Sono esclusi gli impianti asserviti ad edifici commerciali, industriali, a superfici adibite a parcheggi: per queste categorie la UNI/TS 11445 può essere parzialmente presa come riferimento, ad esempio per il dimensionamento dei serbatoi di raccolta o per le tipologie di tubazioni.

Nelle diverse sezioni, la specifica tecnica indica i requisiti per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti per la raccolta e utilizzo dell'acqua piovana, limitatamente agli usi cosiddetti non potabili e consentiti dalla legislazione vigente. Tra questi usi, premessa la presenza di una rete idrica duale e cioè dedicata, si possono elencare l'irrigazione dei giardini, il lavaggio di pertinenze e l'alimentazione di cassette di scarico per WC.

Ulteriori dettagli sull'argomento sono contenuti in un articolo che verrà pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione e Certificazione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.