Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono sottoposti ad inchiesta pubblica preliminare sino al 20 ottobre sei nuovi progetti di norma (consulta la banca dati >>) che trattano diversi argomenti.

Quattro progetti, di competenza dell'Ente federato UNINFO, riguardano le tecnologie informatiche e rappresentano l'adozione delle parti da 1 a 4 della norma ISO/IEC 29500, che definisce un insieme di vocabolari XML per rappresentare documenti, fogli di calcolo e presentazioni per l'elaborazione automatica dei testi.
Sotto un titolo generale "Tecnologie informatiche - Descrizione di documenti e linguaggi di elaborazione – Formati dei file Office Open XML", i quattro progetti in inchiesta pubblica preliminare trattano nello specifico:

  • Parte 1: Principi fondamentali e riferimento al linguaggio di Markup (progetto E14J1G531, adozione della norma ISO/IEC 29500-1:2012)
  • Parte 2: Convenzioni per l'Open Packaging (progetto E14J1G532, adozione della norma ISO/IEC 29500-2:2012)
  • Parte 3: Compatibilità ed estensibilità di Markup (progetto E14J1G533, adozione della norma ISO/IEC 29500-3:2012)
  • Parte 4: Elementi relativi alla migrazione transitoria (progetto E14J1G534, adozione della norma ISO/IEC 29500-4:2012).

Un altro progetto (U40006130) vede coinvolta la commissione Legno: dal titolo "Legno strutturale - Linee guida per i controlli di accettazione in cantiere", la futura norma nazionale intende fornire i principi per procedere al controllo della conformità in fase di accettazione in cantiere dei prodotti a base di legno ad uso strutturale. La necessità è quella di instradare il direttore dei lavori - nella fase di controllo per l'accettazione dei prodotti a base di legno per uso strutturale - ad operare le scelte nel modo più corretto possibile, evitando inutili quanto onerosi controlli e prove di laboratorio non necessari, fornendo indicazioni per procedere alla verifica dei materiali nel modo più corretto possibile dal punto di vista tecnico e di sicurezza.

Per favorire una maggiore trasparenza e correttezza commerciale dei materiali gemmologici, la commissione Commercio propone la revisione della UNI 10245:1993, non più adatta alle esigenze attuali del mercato. Il progetto in inchiesta U98000030 "Materiali gemmologici – Nomenclatura" stabilisce le denominazioni da utilizzare per distinguere i diversi materiali gemmologici e si applica in tutti i casi nei quali sono impiegati o citati i materiali gemmologici.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.