Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

plateaE’ proseguito oggi a Milano il percorso di alfabetizzazione e di formazione sulla funzione, le procedure e le attività di normazione indirizzato ai funzionari delle associazioni consumeriste e degli uffici delle Regioni che si occupano di tutela dei consumatori.

Alla presenza della Delegata del Presidente della Regione Lombardia per le Politiche dei Tempi e la Tutela dei Consumatori – Monica Guarischi – del Dirigente della Struttura Trasparenza, Utenti, Consumatori e Accessibilità ai Servizi della Direzione Generale Semplificazione e Digitalizzazione della Regione Lombardia – Roberto Lambicchi – e della Dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico Segretario del CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti) - Antonia Martelli – si sono riuniti quaranta esperti di consumerismo per conoscere meglio la normazione e imparare ad utilizzarla nelle proprie attività quotidiane ma anche strategicamente nel riequilibrio dei rapporti di forza tra fornitori e clienti, istituzioni e cittadini.

guarischiGuarischi ha portato i saluti del Presidente Formigoni e il ringraziamento per il lavoro svolto dalla normazione che “stabilendo come fare bene le cose aiuta a definire la sicurezza e la qualità dei prodotti nonché a garantire le prestazioni attese, aiutando quindi i cittadini a fare valere i propri diritti”.

lambicchiLambicchi ha sintetizzato il ruolo della Regione Lombardia nella tutela dei consumatori nella “creazione delle condizioni necessarie allo sviluppo delle associazioni, nella promozione di azioni sinergiche per informare i cittadini ma soprattutto nel coinvolgimento delle associazioni nei processi decisionali delle politiche regionali – in gruppi di lavoro e tavoli istituzionali su specifiche tematiche come casa, trasporti… - che hanno ottenuto risultati importanti”. Ha inoltre aggiunto che “c’è bisogno di passione ma anche di competenza per rafforzare il ruolo dei consumatori nei processi di normazione e l’evento di oggi è la giusta occasione formativa”.

martelliMartelli ha ricordato che “il rapporto tra organizzazioni consumeriste ed attività di normazione si è evoluto da un approccio critico/indifferente a uno di collaborazione/partecipazione grazie a un lavoro di avvicinamento tra CNCU ed UNI durato quasi due anni, che ha portato alla firma del protocollo d’intesa di cui questi incontri di informazione sono parte fondamentale insieme all’apertura delle commissioni tecniche UNI alla partecipazione dei rappresentanti dei consumatori”. Ha inoltre molto apprezzato “il coinvolgimento della Regione Lombardia e la presenza di funzionari regionali, che possono ulteriormente diffondere nelle istituzioni la positiva conoscenza dei valori e delle opportunità della normazione”.

L’incontro – che verrà ancora replicato in altre regioni nei prossimi mesi e nel corso del 2013 - ha l’obiettivo di presentare il valore della normazione e delle attività dell'UNI, al fine di mettere in luce il nesso tra le esigenze dei consumatori e degli utenti e la necessità che le loro rappresentanze svolgano un'efficace attività di tutela dei loro diritti anche nei confronti delle norme tecniche nazionali, europee ed internazionali, in una logica di cultura della prevenzione.Il protocollo d’intesa UNI - CNCU è uno strumento utile per strutturare la partecipazione dei consumatori alle attività di normazione tecnica e il programma di alfabetizzazione risponde efficacemente al problema di informazione da parte del consumatore.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.