Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

logo_aisitraspLe problematiche relative alla sicurezza dei lavoratori, unitamente alle tematiche della capacità delle aziende di incidere sui mercati nazionali ed internazionali, hanno posto il Governo a inserire taluni aspetti del lavoro subacqueo nel decreto liberalizzazioni.
L’emanazione, sotto l’egida del Ministero dello Sviluppo Economico e delle Attività Produttive, dell’art.16 comma 2 del Decreto–legge liberalizzazioni 24/01/2012 ha recentemente reso cogente la norma UNI 11366, chiarendo il quadro normativo a grande vantaggio dell’industria nazionale sia per la sicurezza che per la competitività dell’Italia a livello internazionale.

Per questo motivo e per una più approfondita azione di sensibilizzazione del tema, l'Associazione Imprese Subacquee Italiane (AISI) organizza il convegno nazionale, patrocinato da UNI, "La norma UNI 11366 nel Decreto liberalizzazioni: cosa cambia nel mondo del lavoro subacqueo. Dalla formazione professionale alla competitività internazionale" che si svolgerà a Roma il prossimo 21 settembre. All'incontro parteciperà, in qualità dei relatore, il Responsabile della Sede UNI di Roma, Alberto Simeoni.

La norma UNI 11366 “Sicurezza e tutela della salute nelle attività subacquee e iperbariche professionali al servizio dell’industria” è un documento importante al quale si è pervenuti dopo circa quattro anni di lavoro e che ha visto il coinvolgimento di molti soggetti interessati sia sul piano dell’utilizzo (aziende e lavoratori) sia sul piano istituzionale (soggetti ministeriali, enti previdenziali, istituti di ricerca, università, organismi associativi).
Essa definisce i criteri e le modalità per l’esecuzione di attività subacquee ed iperbariche professionali al servizio dell’industria, le caratteristiche delle attrezzature e degli equipaggiamenti utilizzati ed i requisiti di natura professionale che deve possedere il personale coinvolto, tali da garantire la sicurezza e la tutela della salute dei medesimi lavoratori durante l’espletamento delle attività.

Nel pomeriggio seguirà una Tavola rotonda dal titolo "La norma UNI 11366 e le sue conseguenze sul lavoro subacqueo".
Il convegno si rivolge agli enti nazionali e alle imprese che svolgono attività offshore e attività professionali connesse, per informare sulle implicazioni e sui benefici di avere finalmente una legge italiana per il diving industriale.

Associazione Imprese Subacquee Italiane (AISI)
www.assoimpresesub.it/

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.