Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

In data 21 settembre il Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE), in assemblea plenaria, ha approvato il parere sul Regolamento COM(2011) 315 concernente la revisione della normazione europea, curato dal relatore Antonello Pezzini, membro Italiano designato da Confindustria.
Il parere del CESE, passato con 121 voti a favore su 128 (con 5 astenuti),  è un passaggio obbligatorio (mandatory opinion) per la successiva approvazione del Regolamento in Consiglio ed Europarlamento.

L’iter in CESE è stato particolarmente rapido su esplicita sollecitazione del Consiglio Europeo che ha evidenziato il bisogno di disporre di tale parere prima di novembre, data prevista per la fine dei suoi lavori preparatori. Antonello Pezzini, professionista esperto in materia di normazione e membro CESE di lunga data, ha dunque messo a punto il parere con molta sollecitudine, riscuotendo un vivo apprezzamento per quanto fatto.
Il parere conferma la bontà dell’impostazione del lavoro della Commissione, ribadendo che la normazione europea va migliorata e non stravolta, in vista delle tante nuove sfide future che essa dovrà affrontare, e propone anche alcune modifiche che dovrebbero essere apportate al Regolamento, qui riassunte sinteticamente:

  • il riconoscimento delle specifiche ICT di fori e consorzi privati deve essere fatto sulla base di un’asseverazione da parte degli Organismi europei di normazione (OEN) e deve essere legato unicamente ai fini degli appalti pubblici;
  • necessità di uno stretto legame degli OEN con gli uffici brevetti per la tutela dei diritti intellettuali (IPR);
  • necessità di reinserire la clausola dello standstill, come da precedente direttiva 98/34/CE;
  • richiesta alla Commissione Europea di redigere un report periodico sull’uso dei suoi poteri delegati di cui all’art. 16 del Regolamento;
  • reintrodurre la lista degli organismi nazionali di normazione.

Un panorma completo sull'argomento e utili documenti a corredo sono disponibili sul sito internet, alla pagina "Politica europea sulla normazione".

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.