Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

circular economyQual è il ruolo degli standard nel garantire una transizione verso un’economia circolare che non sia solo efficace, ma anche il più inclusiva possibile? Attraverso la partecipazione lo scorso febbraio a EU Industry Days 2019, CEN e CENELEC hanno fatto luce su questo tema davanti a un pubblico composto da rappresentanti delle imprese, responsabili politici ed esperti.

Rappresentati da Andrea Nam - Programme Manager per l'ambiente, l'energia e il clima - CEN e CENELEC hanno partecipato al seminario “Industry in Europe: what civil society has to say”. Obiettivo del workshop era presentare esempi concreti di come la società civile europea possa contribuire alla definizione di una politica industriale a lungo termine e sostenibile che interessi una varietà di settori prioritari quali la digitalizzazione, l’Intelligenza Artificiale, l’economia circolare.
I due enti hanno sottolineato il ruolo fondamentale della normazione per una efficace attuazione della EU’s Circular Economy Strategy; particolare attenzione è stata posta al tema dell’obsolescenza programmata, obiettivo centrale dell’UE nel suo Circular Economy Action Plan, pubblicato nel 2015, in cui si afferma l’importanza di estendere la vita di un prodotto, così come il suo riutilizzo e riciclo.

La normazione europea, grazie al suo meccanismo basato sul consenso, ha fornito una valida piattaforma per fare dei requisiti contenuti nel Piano una realtà. Un esempio la pubblicazione di norme sulla progettazione ecocompatibile (ecodesign), dove CEN e CENELEC hanno supportato la Commissione europea includendo i requisiti per l'efficienza dei materiali e l'elaborazione - ancora in corso - di 8 standard armonizzati che tengono conto dei seguenti principi: prolungamento della durata di un prodotto, capacità di riutilizzare componenti o di riciclare materiali da prodotti giunti al termine del loro ciclo di vita, utilizzo o riutilizzo di componenti e/o materiali riciclati in nuovi prodotti.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.