Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

dementia friemdly communitiesI nuovi nascituri hanno 1 possibilità su 3 di ammalarsi di demenza, termine medico che indica un gruppo di malattie neurodegenerative tipiche dell'età avanzata - ma non esclusive degli anziani - che comportano la riduzione graduale e spesso irreversibile delle facoltà intellettive di una persona.

I consumatori che vivono situazioni di vulnerabilità, come le persone affette da demenza, possono avere necessità aggiuntive che dovrebbero essere affrontate anche in ambito normativo, affiancando le comunità impegnate a migliorare la qualità della vita delle persone più deboli che già svolgono in questo contesto attività quotidiane di inclusione.

Il comitato internazionale ISO/TC 314 “Ageing societies” a segreteria BSI (British Standard Institution) sta lavorando per l’inclusione sociale delle persone con demenza in un quadro di dementia-friendly communities.
Le persone che convivono con queste forme di demenza affrontano sfide specifiche: uno standard potrebbe aiutarle - ove possibile - a ridurre il rischio di situazioni pericolose. Esse hanno bisogno di servizi inclusivi, di supporto, di emancipazione.

La sfida principale da affrontare riguarda l’espansione prevista di queste malattie: la riduzione del rischio deve essere considerata una priorità, insieme alla necessità di supportare le persone colpite dalla malattia a vivere in modo indipendente quanto più possibile. La scelta migliore per la dignità dell’individuo, alla quale si sommerebbe una riduzione dei costi delle cure.

Nell’ambito dell’ISO/TC 314 è in fase di elaborazione il documento ISO/AWI 23623 “Ageing Societies - Framework for Dementia-inclusive communities”.

Risale invece al 2015 la pubblicazione della PAS 1365 “Code of practice for the recognition of dementia-friendly communities in England”.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.