Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono 19 i progetti di norma che vengono sottoposti in questi giorni, sino al 20 novembre 2017, all’inchiesta pubblica preliminare, fase fondamentale del processo normativo.
Numerosi i temi sui quali si intendono sviluppare i lavori. Aspettiamo i vostri commenti attraverso l'apposita sezione del sito (>> vai alla banca dati).

La Commissione Tecnologie biomediche e diagnostiche è interessata a un progetto di norma (UNI1603600) che si applica alle unità terminali conformi alla norma UNI EN ISO 9170-1 destinate a essere utilizzate negli impianti di distribuzione dei gas medicali compressi e per vuoto.

Il CTI propone due progetti: UNI1603813, futura TS, definisce le modalità di sorveglianza delle attrezzature a pressione destinate alla generazione di vapore d'acqua e/o di acqua surriscaldata: l’obiettivo è quello di fornire agli utilizzatori un riferimento pratico per determinare i controlli e le relative periodicità sui sistemi di protezione e i dispositivi di regolazione delle loro attrezzature.
UNI1603704 fornisce invece linee guida per verificare il funzionamento in sicurezza di impianti in esercizio alimentati a combustibile liquido e solido, per uso civile. Il progetto consente agli operatori di fumisteria di avere un riferimento, attualmente mancante, per la valutazione dello stato degli impianti esistenti ai fini della loro esercibilità in sicurezza.

È di competenza della Commissione Ambiente (GL 04 “Qualità dell’aria”, gruppo misto con UNICHIM) il progetto UNI1603814 che recepisce il CEN/TR 17078:2017. Il TR costituisce un validissimo elemento per l'applicazione della UNI EN ISO 16911-1:2013, che specifica un metodo per la determinazione periodica della velocità assiale e della portata di flussi gassosi emissivi in condotti e camini.

La Commissione Macchine utensili intende adottare la norma ISO 1085:2016; il progetto UNI1603815 del GL 05 “Utensileria” specifica la combinazione delle aperture di chiavi doppie con larghezze di chiave nominali diseguali.

Rappresenta l’adozione dell’ISO/TR 18637:2016 il progetto UNI1603817 della Commissione Nanotecnologie. Esso fornisce una raccolta di metodi e procedure utili per determinare i limiti e le bande di esposizione occupazionale per i nano-oggetti costruiti e i loro aggregati e agglomerati. Tali dati sono utili per la gestione del rischio e della salute occupazionale.

4 progetti in tema di coperture, di interesse della Commissione Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio, vanno a sostituire norme non più aggiornate. UNI1603784 analizza i requisiti di comportamento a cui l'elemento di tenuta, facente parte di coperture discontinue, deve rispondere in funzione delle azioni e degli effetti derivanti dagli agenti esterni alla copertura e dagli agenti interni alla stessa. UNI1603785 riguarda gli schemi funzionali delle coperture discontinue. UNI1603786 fornisce istruzioni per la progettazione e la scelta di elementi e strati dei sistemi di copertura discontinua. UNI1603836 riguarda gli schemi funzionali delle coperture continue.

Il GL 13 “Articoli per puericultura” della Commissione Sicurezza propone due progetti: UNI1603279 e UNI1603838 definiscono i requisiti di sicurezza e i metodi di prova rispettivamente delle fasce porta bambini e dei marsupi senza aperture integrate per le gambe, progettati per trasportare il bambino e fissate al torso del portatore.

Per un allineamento alle normative internazionali, la Commissione Gomma propone l’adozione di 6 norme ISO che vanno a sostituire precedenti adozioni. I progetti specificano metodi di prova per determinare: la fragilità a bassa temperatura di gomma vulcanizzata o termoplastica (UNI1603876); la forza di adesione della gomma incollata al metallo (UNI1603877); la resistenza all’abrasione della gomma per mezzo di un dispositivo a tamburo cilindrico rotante (UNI1603878); la resistenza di gomme vulcanizzate alla fatica sotto deformazioni elastiche ripetute (UNI1603879). UNI1603880 presenta dei metodi di prova applicabili a una varietà di antidegradanti utilizzati nell’industria della gomma derivati dalle p-fenilendiammine (PPD) sostituite mentre UNI1603881 specifica un metodo per la determinazione della variazione dell’indice di plasticità (PRI) della gomma grezza naturale.

Con il progetto UNI1603882 la Commissione Ingegneria strutturale intende recepire il CEN/TR 17052:2017 che specifica linee guida per l’implementazione della EN 1090-1:2009+A1:2011 “Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio - Parte 1: Requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali”.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.