Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

La Direzione Politiche Sociali - Area Emergenze Sociali, Diritti ed Inclusione - del Comune di Milano, con la determinazione dirigenziale n. 133/2017 del 1° settembre scorso riconosce la responsabilità e il contenuto professionale del ruolo di “educatore finanziario”, laddove viene richiesta la conformità alla norma tecnica UNI 11402 "Educazione finanziaria del cittadino - Requisiti del servizio" per la partecipazione alla realizzazione di un progetto con elevati contenuti di ordine sociale.

L’art. 24-bis della Legge 15 del 17/2/17 ha riconosciuto l’importanza dell’educazione finanziaria quale strumento di tutela del consumatore, ma ciò non è sufficiente per il riconoscimento della professione: viene rimarcata l’importanza della “attività” ma non esplicitamente quella del soggetto che la eroga, ossia il professionista “educatore finanziario”.

 Nel bando di gara previsto ora dalla determinazione dirigenziale del Comune di Milano si legge che tra le principali prestazioni richieste vi è “…l’accompagnamento delle famiglie verso reali percorsi di autonomia: favorendo la ricerca del lavoro con azioni di orientamento lavorativo, strutturando percorsi lavorativi particolari per le donne, supportando i nuclei attraverso forme di educazione finanziaria tramite educatori che operino in conformità con le norme tecniche UNI 11402 “Educazione finanziaria del cittadino - Requisiti di servizio” o che si impegnino ad acquisire i requisiti di tale certificazione entro 6 mesi dall'affidamento del servizio stesso…”.
Altra citazione interessante è “... Il personale impiegato per la realizzazione e gestione del progetto dovrà essere rappresentato dalle seguenti figure professionali:.. educatori finanziari”.

Per saperne di più vai all'articolo integrale:
“Educatore finanziario di qualità: sta nascendo la ‘professione’ in Italia” di Gaetano Megale, presidente Progetica.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.