Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

industria4“Plattform Industrie 4.0” in Germania, “Alliance Industrie du Futur” in Francia e “Piano Industria 4.0” in Italia. Nomi differenti ma un obiettivo comune: supportare e rafforzare i processi di digitalizzazione dei propri settori manifatturieri.
Questo è il quadro che si è delineato con il meeting inaugurale dello Steering Committee della cooperazione tra Francia, Germania e Italia che si è svolto settimana scorsa a Torino.

Di fatto si è dunque avviata una cooperazione trilaterale che può avere veramente una valenza strategica per sviluppare l’industria del futuro. E questo è senz’altro un punto cruciale perché può essere un potente volano per lo sviluppo economico, tanto più per il nostro Paese se si considera che il settore manifatturiero in Italia riveste un ruolo assolutamente rilevante in termini economici e sociali. Per dare qualche numero, secondo i dati Eurostat 2014 il settore è costituito da 396.000 imprese, genera un fatturato di 867 miliardi di euro e dà lavoro a 3,6 milioni di persone. In altre parole l'Italia è il secondo Paese manifatturiero industriale in Europa.

Tre i filoni principali attraverso i quali si intende sviluppare questo sforzo di ammodernamento che vede Francia, Germania e Italia in un ruolo guida: standardizzazione e architetture di riferimento; coinvolgimento delle piccole e medie imprese e testbed; supporto alle policy.
E a questo proposito va sottolineato come UNI sia co-presidente del Gruppo di lavoro 1 sulla standardizzazione: un ruolo importante, dunque, che testimonia quanto la normazione tecnica sia riconosciuta come un fondamentale strumento di innovazione e sviluppo.

Se Industria 4.0 rappresenta una evoluzione indispensabile per le nostre imprese, la normazione è un elemento centrale di questo processo.
E UNI può e vuole dare il suo contributo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.