Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

sizing clothesBei tempi quelli in cui si andava in sartoria e ci si faceva confezionare i vestiti su misura! Erano letteralmente cuciti su di noi e per questo si adattavano perfettamente alla nostra taglia e calzavano a pennello...

Oggi non è più così! Con l’avvento del prêt-à-porter e delle misure standardizzate - che risale più o meno alla metà del 19° secolo - le taglie hanno continuato a subire modifiche soprattutto dovute all’evoluzione della statura e delle proporzioni delle persone e ancora oggi continuano a variare da Paese a Paese (e da marchio a marchio) per adattarsi ai differenti profili morfologici.

Per attribuire una taglia, i fabbricanti devono sapere come misurare le differenti parti del corpo in modo da assicurare che le proporzioni siano corrette.
È questo il principale obiettivo della norma ISO 8559 - recentemente aggiornata - che spiega come realizzare queste misurazioni.
La norma si compone di due parti: la ISO 8559-1:2017 “Size designation of clothes anthropometric definitions for body measurement” e la ISO 8559-2:2017 “Size designation of clothes primary and secondary dimension indicators”.

Le due parti della norma forniscono ai fabbricanti di vestiti delle linee guida per stabilire dei profili di taglie e di forme in funzione delle differenti popolazioni in modo da creare tutti i tipi di vestiti e di manichini corrispondenti.
In particolare la prima parte si basa sulla definizione e la realizzazione di misure antropometriche che possono essere utilizzate per la creazione dei profili di taglie e di forme e la loro applicazione nel settore abbigliamento. La seconda parte - nata per essere utilizzata congiuntamente alla parte 1 - specifica le misure principali e secondarie per i differenti tipi di capi di abbigliamento. Essa intende stabilire un sistema di designazione delle taglie che possa essere utilizzato sia dai fabbricanti che dai dettaglianti per indicare ai consumatori le misure del corpo per la quale la taglia del vestito è stata concepita.

Le due parti della ISO 8559 sono state recentemente revisionate al fine di riflettere il dinamismo del settore abbigliamento e di eliminare le barriere commerciali armonizzando la designazione delle taglie e i termini di riferimento per chiunque nel mondo.

La norma ISO 8559 è stata elaborata dal comitato tecnico ISO/TC 133 “Clothing sizing systems - size designation, size measurement methods and digital fittings”.

Secondo Reena Pandarum, presidente del comitato ISO, la norma è destinata a migliorare la soddisfazione dei consumatori e a ridurre il numero di restituzioni dovute a problemi legati alle misure dei vestiti. “Questa norma - dichiara - contribuirà anche a ridurre gli ostacoli al commercio internazionale fornendo un sistema universale di designazione delle taglie e i relativi termini di riferimento. Inoltre permetterà di semplificare le informazioni che i consumatori trovano sulle etichette in quanto le taglie che attualmente compaiono sui capi di abbigliamento spesso non corrispondono alle misurazioni del corpo”.

Sempre in seno all’ISO/TC 133 operano altri due gruppi di lavoro (WG): uno di questi sta sviluppando un’attività normativa che riguarda il “virtual fitting” ossia la vestibilità tramite l’applicazione delle tecnologie 3D, mentre l’altro si occupa di misurazione dei capi di abbigliamento.

Va detto che - analogamente a quanto sta avvenendo in sede internazionale - anche a livello europeo si stanno portando avanti i lavori su questo argomento. In particolare il CEN ha appena concluso la revisione della Parte 3 della norma EN 13402 “Designazione della taglia di abbigliamento - Dimensioni corporee ed intervalli” che si trova ora allo stadio di final draft in attesa dell’approvazione finale. Una delle principali novità introdotte riguarda il fatto che non ci saranno più tabelle nel testo ma in un Annex informativo in cui in futuro ogni paese potrà inserire le proprie. È stata inoltre approvata la proposta italiana di inserire un pittogramma indicante le dimensioni primarie e secondarie. Le parti 1 e 2 della EN 13402 erano già state recentemente aggiornate.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.