Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

ignazio visco01"L'educazione finanziaria è una componente essenziale delle politiche di tutela del risparmio": è quanto ha affermato il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco intervenendo al convegno "La ricchezza della nazione, educazione finanziaria e tutela del risparmio". Visco ha inoltre rimarcato il fatto che il nostro paese ha molto terreno da recuperare su questo fronte. Infatti alcune indagini condotte sia sulla popolazione adulta che su un pubblico più giovane hanno dimostrato che il livello di educazione finanziaria è purtroppo molto basso e che il nostro paese si colloca agli ultimi posti in Europa in questo contesto.

È necessario innalzare il livello delle competenze finanziarie dei cittadini –ha dichiarato ancora Visco- con un’azione diffusa e organica di informazione e di educazione che consenta loro di valutare il più correttamente possibile opportunità e rischi delle scelte di investimento”.

Ma l'educazione finanziaria non è un tema nuovo neppure per il mondo della normazione tecnica che - fin dal 2008, anno in cui è stata pubblicata la norma internazionale UNI ISO 22222 ("Pianificazione finanziaria, economica e patrimoniale personale - Requisiti per i pianificatori finanziario-economico- patrimoniali personali") ha sviluppato un'intensa attività normativa che ha portato alla pubblicazione di alcuni documenti tecnici come -ad esempio- la guida all'applicazione della norma ISO (la specifica tecnica UNI/TS 11348), il rapporto tecnico UNI/TR 11403 ("Linee guida per la scelta del pianificatore finanziario-economico- patrimoniale personale previsto dalla UNI ISO 22222:2008"), la norma UNI 11402 ("Educazione finanziaria del cittadino - Requisiti del servizio") e la UNI/TS 11503 ("Educazione finanziaria - Indicazioni per l’applicazione e la verifica della UNI 11402 e requisiti dei soggetti (organizzazioni) che erogano servizi di educazione finanziaria").

E l’educazione finanziaria è anche al centro della ormai ben nota "Azione 44 – Io Welfare", il piano di sviluppo del welfare voluto dal Comune di Milano in partnership con Progetica Srl, Università Cattolica del Sacro Cuore (Laboratorio di Statistica Applicata alle Decisioni Economico-aziendali) e UNI.

wemi logoSi tratta di un percorso che intende aiutare ad affrontare i diversi aspetti del ciclo di vita, dalla pianificazione al bilancio familiare, fino ad arrivare alla pensione. Questo servizio di educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale è finalizzato a prevenire rischi e creare le condizioni ottimali per la realizzazione di progetti di vita, aiutando le persone ad avere una corretta e consapevole gestione del risparmio, dei debiti, delle sicurezze economiche.

Inoltre è recente il lancio - sempre da parte del Comune di Milano- di “WEMI La città per il welfare”, il portale realizzato per promuovere e facilitare l'accesso a centinaia di servizi di assistenza domiciliare di varia natura. I servizi offerti vanno da quelli più tradizionali di assistenza agli anziani non autosufficienti o babysitting a soluzioni per il benessere, la cura della persona o della famiglia, ma anche sevizi di piccola manutenzione o lavori per la casa. E non mancano i servizi di educazione finanziaria al cittadino che prevedono –tra le altre cose- una serie di incontri e moduli formativi online e con il supporto degli sportelli WEMI aperti al pubblico.

Per maggiori informazioni consultare il sito wemi.milano.it

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.